Tutorial: portachiavi in vera pelle

Tutorial: portachiavi in vera pelle

Un’idea regalo semplice ma d’effetto? Un portachiavi in pelle! Avete sentito bene, vera pelle! Anche voi, con la macchina da cucire che avete a casa, potete creare degli accessori in pelle. Ecco un tutorial con cartamodello incluso per realizzare un portachiavi unisex. Se ricordate, questo è il secondo tutorial di portachiavi qui sul blog. Il primo, in tessuto di cotone, lo trovate qui.

Cosa servirà

  • un taglio di vera pelle stampata, io ne ho selezionato uno sullo shop La Garzarara. Consiglio, per questo progetto, di scegliere una pelle non troppo morbida.
  • un anello per portachiavi o un moschettone
  • filo da cucito in poliestere Cucitutto di Gütermann
  • bottoni a pressione Anorak Prym da 12 mm

Tagliate la pelle

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portachiavi_pelle_cutter_prym

Per prima cosa, bisognerà tagliare la pelle seguendo il cartamodello che potete scaricare qui. Armatevi di cutter e piano di taglio o, in alternativa, di un buon paio di forbici. Ma, vi avviso, il taglio con le forbici non sarà mai preciso come quello realizzato con il cutter. Se avete in mente di usare la pelle per molti progetti, vi conviene, quindi, investire ed acquistare cutter e piano di taglio.

Fate due orli

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portachiavi_pelle_cutter_orlo

Il portachiavi è composto da una parte centrale e due rinforzi laterali, uno dei quali può essere utilizzato come taschino. Per cominciare. rivoltate verso l’interno il lato più lungo e fermatelo con delle pinze. E’ molto importante non usare gli spilli che lascerebbero dei fori sulla pelle. Fate poi una cucitura dritta.

Applicate il primo bottone

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portachiavi_pelle_bottoni_prym_anorak

Applicate su un lato uno dei due bottoni a pressione ad una distanza di  3 cm dal lato corto. Io applico i bottoni utilizzando la pinza Vario, ma se è la prima volta che li utilizzate, potete provare anche con il kit che si trova all’interno della confezione di bottoni a pressione.

Assemblate il portachiavi

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portachiavi_pelle_bottoni_anello

Dopo aver applicato uno dei due bottoni, sovrapponete i due rinforzi alla base del portachiavi e fermate con le pinze. Posizionate anche una piccola striscia di pelle 6×1 cm al centro facendo passare dentro il gancio portachiavi. Effettuate una cucitura tutto intorno.

Applicate il secondo bottone al portachiavi

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portachiavi_pelle_bottoni_prym

Non resta che applicare la seconda metà del bottone a pressione. Stavolta forerete due strati di pelle. Aiutatevi con un punteruolo o con la pinza rotante per forare.

Il portachiavi è completo! Io ne ho già cuciti due, e voi quanti ne avete in programma? Per altre idee, sfogliate la sezione tutorial.

Questo post è scritto in collaborazione con La Garzarara

Tutorial: presina foglia di Ginkgo

Tutorial: presina foglia di Ginkgo

In una delle ultime passeggiate, mi sono lasciata ispirare dall’autunno e dalle foglie cadute da un maestoso albero di Ginkgo Biloba! Oggi cuciamo insieme una presina a forma di foglia. Potete scaricare qui il cartamodello.

Tessuto e taglio

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo_forbici

Scegli un tessuto spesso, il cotone o il lino andranno benissimo. Servirà anche uno strato di imbottitura termoresistente. Io ho usato del mollettone o ovatta. Se lo avete in casa, potete anche utilizzare un filtro per cappa. Taglia tre foglie in tessuto ed una di imbottitura.

Prepariamo le tasche per le dita

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo_tasche

La presina avrà sul retro due taschini per una presa più sicura. Partiamo da un foglio di tessuto tagliato a metà.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo_orlo

Cuciamo un orlo, su entrambe le metà, rivoltando prima di 1 cm e poi un altro cm verso l’interno. Fai attenzione al verso nel tessuto e dell’orlo. Dopo aver cucito, taglia la parte inferiore in eccesso.

Fissare l’imbottitura della presina

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo_singer

La parte più divertente è stata simulare le venature della foglia. Ho semplicemente cucito a punto dritto più e più volte.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo_venature

Cucire tutto intorno dritto contro dritto

Mancano solo tre cuciture e la presina sarà pronta. Sovrapponi dritto contro dritto la parte con impunture e le due taschine.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo_dritto

Poi sovrapponi l’ultima parte in tessuto avendo in rovescio verso di te.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo_spilli

Spilla e segnala un foro da lasciare aperto. Servirà per rivoltare la presina.

Taglia l’ovatta in eccesso

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo_forbici

Prima di rivoltare, ritaglia l’ovatta in eccesso evitando così che faccia spessore.

Rivolta e stira la presina

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_presina_ginkgo

La presina è pronta! Fai una cucitura dritta nel foro lasciato per rivoltare e cuci 20 cm di nastro. Io ne ho scelto uno in velluto!

Per altri progetti di cucito creativo, visita la sezione TUTORIAL del blog!

Tutorial: strofinacci con ruches

Tutorial: strofinacci con ruches

Ci ho preso gusto a cucire accessori per la cucina. E’ il turno degli strofinacci! Potevano non avere almeno delle ruches? E’ un progetto da 20 minuti, ma il prossimo passo è cucire una tovaglia da tavola per cui ci vorrà qualche minuto in più! Per cucire il mio strofinaccio con ruches, ho riutilizzato un tessuto che avevo già a casa: il puro lino stampato su The Color Soup con la grafica di Illumino Home Ideas: zero sprechi e abbinamento perfetto al grembiule cucito qui.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_strofinacci_ruches_guetermann

Il filato che ho utilizzato è l’rPET di Gütermann in poliestere riciclato. Ve ne ho già parlato qui.

Il piano di taglio

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_strofinacci_ruches_cutter_Prym

Stavolta, non ho segnato il tessuto prima di tagliare. Dopo anni di utilizzo, vado dritta con il cutter e dovendo tagliare due rettangoli, ho posizionato il tessuto ed ho sfruttato i cm stampati sul piano di taglio. Per realizzare uno strofinaccio con ruches serviranno due rettangoli: il primo 60×35 cm, il secondo 60×10 cm.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_strofinacci_ruches_cutter_Prym_taglio

Rifinire i bordi dello strofinaccio

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_strofinacci_ruches_taglia_e_cuci

Essendo il lino un tessuto a trama larga, rischia di sfilacciarsi. Rifinire i margini è, quindi, necessario. Io ho usato la mia taglia e cuci Singer. In alternativa, va bene anche un punto zig zag.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_strofinacci_ruches_taglia_e_cuci_bordi

Ho rifinito tutti i margini, sia dello strofinaccio che della ruche. La cucitura realizzata a taglia e cuci è sicuramente più ordinata e professionale. Io la trovo anche decorativa e spesso uso un filo di un colore a contrasto, per farla risaltare.

Arricciare la ruche

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_strofinacci_ruches

Per arricciare la ruche, uso un metodo semplicissimo: effettuo prima una cucitura dritta molto lunga. Stavolta, bisogna evitare di bloccare il punto all’inizio ed alla fine della cucitura. Poi, tiro uno dei due fili finché il tessuto non si arriccia e distribuisco l’increspatura lungo tutta la ruche, a seconda dell’ampiezza che voglio darle. In realtà, è lo stesso metodo che Republique Fabrique fa usare per la blusa Jen Lindley, che io ho trasformato qui in abito.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_strofinacci_ruches_spilli

Posiziono poi la ruche dritto contro dritto su un lato corto dello strofinaccio e spillo. Faccio poi una cucitura dritta a distanza piedino. Dal dritto, invece, cucitura stitch in the ditch, nello spazio fra i due tessuti, quasi invisibile!

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_strofinacci_ruches_stitch_in_the_ditch

Ultimo step: orlo laterale

Lo strofinaccio con ruches è quasi completo! Manca solo un orlo su tre lati.

Tutorial tovaglioli in lino con frangia

Tutorial tovaglioli in lino con frangia

Non ci sono dubbi, i tovaglioli in tessuto rendono la tua tavola più bella ed ecosostenibile. In questo post, ti spiego passo dopo passo come realizzare dei tovaglioli in lino double-face con frangia.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_verde

100% lino

Come per il grembiule, anche stavolta ho selezionato e stampato su The Color Soup il puro lino. E’ sicuramente il tessuto più indicato per i tessili per la cucina. Trovo che la trama effetto grezzo sia stupenda e la stampa sembra quasi realizzata a mano. Il pattern dallo stile nordico è di Silvia di Illumino Home Ideas. Come si può chiaramente vedere dalla foto, ho stampato due grafiche in 1 metro.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_the_color_soup

Taglia due quadrati

Per prima cosa, ritaglia due quadrati 35×35 cm. Per far si che i tovaglioli risultino double-face, i due quadrati devono avere fantasie/colori diversi. Altrimenti puoi realizzarli della stessa fantasia. Non ho avuto la necessità di creare un cartamodello perché ho disegnato direttamente sul tessuto con il pennarello delebile con acqua e la squadra Prym. La squadra, ha dei riferimenti anche all’interno, tali da permetterti di segnare tutto con precisione.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_prym

Spilla i tovaglioli dritto contro dritto

Sovrapponi i due quadrati dritto contro dritto. Effettua quindi due cuciture su due lati opposti a distanza piedino.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_spilli

Rivolta ed apri i margini

Rivolta il tubolare creato ed apri bene i margini di cucitura con il ferro da stiro.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_ferro_da_stiro

Stira bene i lati e fai una cucitura vicino al bordo

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_ferro_da_stiro_laterali

Aprire bene i lati ti agevola per questo secondo passaggio di stiratura: schiaccia bene i lati. Effettua poi una cucitura a distanza molto ravvicinata dal bordo. Grazie alla mia Singer C430, riesco a spostare l’ago tutto a destra o tutto a sinistra mantenendo sempre un buon trasporto del tessuto.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_piedino_macchina_da_cucire

Fai una cucitura a zig zag

E’ il momento di lavorare sui due lati lasciati aperti. Fai una cucitura a zig zag molto piccolo ricordandoti di fermare il punto all’inizio ed alla fine (facendo qualche punto indietro).

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_punto_zig_zag

Il mio step preferito: sfrangiare

Divertiti a sfrangiare i due lati su cui abbiamo cucito con il punto zig zag. Aiutati con uno spillo.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_punto_frangia

Pareggia le frange

Ultimo step: pareggia le frange! I tovaglioli in lino sono pronti per allietare la tua tavola.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_punto_frangie

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_petrolio

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_tovaglioli_lino_petrolio_verde

Tutorial profumatori per armadio

Tutorial profumatori per armadio

Ci siamo. Purtroppo è arrivato il momento del cambio stagione. Io lo odio profondamente, è una di quelle operazioni da fare in casa che mi mette in crisi. Ma, sfido a trovare anche solo una di voi che si diverte! Eppure, bisogna prendersi cura del nostro guardaroba ed il cambio stagione serve ad evitare di accumulare ciò che non ci serve più, come vestiti che per anni non indossiamo. Fare il cambio stagione è anche il momento di dare una pulita all’armadio. Al supermercato si trovano numerosi profumatori per armadio, ma io ho una passione per la lavanda essiccata e per questo vi propongo oggi un tutorial per realizzare dei sacchetti a forma di casetta.

Twill di cotone 290 gr, mon amour

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_the_color_soup

Ho stampato su The Color Soup 1 m di twill di cotone 290 gr. La grafica a pois asimmetrici è di Silvia di Illumino Home Ideas e stavolta abbiamo avuto un’idea: stampare sullo stesso metro più colori. E’ stato semplicissimo! Per il cucito creativo, realizzo progetti per i quali non è necessaria molta stoffa. Personalizzare la mia grafica, è quindi un’ottima soluzione.

Taglia i tre pezzi della casetta

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_cartamodello

Con il cutter ergonomico di Prym, ho tagliato i tre pezzi  A, B e C della casetta. Puoi scaricare qui il cartamodello con tutte le parti. La parte A rappresenta il davanti del progetto, mentre B e C il retro.

Cuci a zig zag

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_zig_zag

Effettua una cucitura a zig zag lungo tutto il perimetro dei tre pezzi, oppure, usa la taglia e cuci.

Cuci i due orli del retro dei profumatori

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_orlo

Nelle due parti che costituiranno il retro dei profumatori, fai due orli. Se vuoi, puoi anche utilizzare per il pezzo rettangolare un tessuto più traspirante o una micro rete in modo che il profumo dei fiori secchi o delle saponette si senta di più nel tuo armadio.

Posiziona il cordino e le parti B e C

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_cordino_gutermann

Per creare un gancio che servirà per ancorare i profumatori agli appendini, basterà un cordino di 15 cm. Posizionalo di lato o al centro, se preferisci, e fissalo con degli spilli.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_cordino_gutermann_spilli

A questo punto, fissa con degli spilli, dritto contro dritto, la parte B sulla parte A. Infine, sovrapponi la parte C, sempre dritto contro dritto rispetto alla parte A.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_cordino_gutermann_spilli_C

Cuci tutto intorno

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_singer

A distanza piedino, fai una cucitura dritta tutto intorno. Non avere paura di chiudere tutti i lati. Rivolteremo i profumatori dalla taschina che si è creata sovrapponendo le parti B e C.

Taglia gli angoli e rivolta

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_angoli

Prima di rivoltare i profumatori per armadio, bisogna spuntare gli angoli. Adesso siamo pronte per rivoltare. Ricorda, senza il forma angoli non si può rivoltare in sicurezza! Quanti angoli ho disintegrato con le forbici, spingendo gli angoli in fuori, prima di averlo…

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_forma_angoli

Profumatori per armadio di tutti i colori

Il profumatori per armadio sono pronti per essere accolti nel tuo guardaroba. Io li ho realizzati in diversi colori, in una palette molto estiva. Qual’è il tuo colore preferito?

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_profumatori_armadio_lavanda

Nella pagina TUTORIAL trovi tanti altri progetti semplici e veloci!

Tutorial grembiule da cucina

Tutorial grembiule da cucina

Durante questa quarantena, molte di voi si saranno scoperte pasticcere o chef stellate. Non è il mio caso, grazie al cielo Simone è bravissimo a cucinare! Però, vi ho pensate ed ho cucito per voi un grembiule colorato per evitare di sporcare la tuta da casa a cui vi siete ormai affezionate.

Un grembiule in lino

Silvia di Illumino Home Ideas ha disegnato per me la grafica ad onde. Su The Color Soup ho poi selezionato il tessuto su cui stamparla e la scelta, stavolta, non poteva non ricadere sul puro lino. Ha una trama larga che gli dona un effetto grezzo. Ideale per i tessili per  la cucina.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_grambiule_lino

Per realizzare il grembiule vi servirà:

  • un rettangolo 45×62 cm
  • un rettangolo 12×62 cm per la fascia in vita
  • un rettangolo 27×18 cm per la tasca
  • due rettangoli 5×90 cm per i laccetti

Essendo tutti rettangoli, li ho tagliati velocemente con il cutter. Risultato: tagli netti e precisi, necessari quando si lavora un tessuto che tende a sfilacciarsi, come il lino.

Cuciamo la fascia in vita

Dopo aver stirato verso l’interno per 1 cm uno dei due lati lunghi della fascia, appoggia dritto contro dritto il lato opposto ad uno dei lati lunghi del rettangolo più grande (45×62 cm). Effettua una cucitura a 1 cm dal bordo.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_grambiule_fascia_in_vita

Stira tutti i bordi

Stira verso l’alto i margini della cucitura realizzata. Poi, stira per 1 cm verso l’interno, e poi ancora una volta i tre lati del grembiule rimasti. In questo modo, tutti i lati del grembiule saranno perfettamente rifinite e non c’è il rischio che durante i ripetuti lavaggi il lino possa sfilacciarsi.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_grambiule_margini_di_cucitura

Prepariamo i laccetti

Per realizzare i laccetti basterà creare uno sbieco con i due rettangoli 5×90 cm. Per evitare un’ustione, ho utilizzato dei proteggi dita in silicone. Dopo averli stirati, piegare a metà e cucire. Puoi lasciare una delle estremità non rifinita, tanto verrà cucita in mezzo alla fascia in vita.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_grambiule_laccetti

Blocca i laccetti in vita e cuci tutti i bordi

Siamo alle penultime cuciture. Piega a metà la fascia in vita in modo da nascondere la cucitura che la unisce al grembiule. In mezzo, blocca i laccetti con delle pinze per tessuti. Effettua una cucitura sui tre lati del grembiule affrancando all’inizio ed alla fine in prossimità dei laccetti. Fai anche una cucitura per bloccare la fascia in vita definitivamente sul grembiule.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_grambiule_fascia_in_vita_laccetti

Stira la tasca

Stira per 1 cm verso l’interno e poi ancora una volta, uno dei lati lunghi della tasca. Fai una cucitura dritta. Poi stira tutti i lati verso l’interno, ma prima, piega i due angoli inferiori verso l’interno.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_grambiule_tasca

Cuci la tasca sul grembiule

Dopo aver posizionato la tasca a tuo piacimento, cuci rinforzando le cuciture al’inizio ed alla fine.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_grambiule_tasca_singer

Il grembiule da cucina è finito! Visita la sezione tutorial del blog per altri progetti di cucito creativo come questo.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_grambiule_cucina