Tutorial: sacchetti bomboniere con iniziali ricamate

Tutorial: sacchetti bomboniere con iniziali ricamate

Eccoci con il secondo tutorial dedicato al nostro matrimonio. Nel primo, vi avevo mostrato i segnaposto che ho realizzato: dei segnalibri ricamati. Utilizzando lo stesso lino stampato su The Color Soup ho cucito anche i sacchetti bomboniere porta confetti.

La stampa di The Color Soup

Mai come in questo progetto la stampa di The Color Soup ha assunto un aspetto funzionale piuttosto che decorativa. Immaginate di dover cucire un centinaio (forse anche più!) di sacchetti e di dover tracciare sul tessuto tutte le righe di separazione fra un sacchetto e l’altro. Una follia!

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_sacchetti ricamati_matrimonio

Insieme a Silvia di Illumino HI, abbiamo definito la misura finita del sacchetto: 13×10 cm. Lei ha poi creato una grafica a griglia in cui ciascun sacchetto misurasse 26×10 cm.

Il puro lino 100%

Anche per questo progetto, ho scelto di utilizzare il puro lino di The Color Soup. La fibra ha un aspetto grezzo, colore crema in una trama in evidenza e larga.  Per mantenere la continuità con i segnalibri, l’ho lasciato del colore originale.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_sacchetti ricamati_matrimonio_iniziale

Vi ricordo che la stampa digitale di TCS è water free a pigmento. Nel 2022 si sono posti l’obiettivo di fornirci tessuti sempre più sostenibili: non vengono più usati inchiostri reattivi, ma a pigmento, per non generare acque reflue. Altro vantaggio: le pezze di greggio non dovranno essere preparate per ricevere inchiostro e tramite un piccolo forno inglobato alla macchina da stampa il pigmento si fisserà al tessuto.

La Singer EM9305 per ricamare

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_sacchetti ricamati_matrimonio_singer

Anche per questo progetto, ho utilizzato la ricamatrice Singer EM9305 con schermo touch a colori e possibilità di ricamare 800 punti al minuto.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_sacchetti_filo_Guetermann

Anche il filato era perfettamente in pendant con i segnalibri ricamati. Il Cucitutto di Guetermann è così lucido che va bene anche per ricamare.

Cucire i sacchetti solo con taglia e cuci

Dopo aver ricamato l’iniziale e tagliato con cutter e tappetino, cucire i sacchetti è stato rapidissimo perché ho utilizzato solo la taglia e cuci.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_sacchetti_taglia_e_cuci_singer

Ho prima rifinito i margini superiori e poi chiuso i lati. Meditativo e rilassante è stato poi infilare le catenelle all’interno della cucitura. Grazie di esistere, uncinetto rimagliatore!

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_sacchetti_uncinetto_rimagliatore_prym

Sono curiosa di sapere se usare la taglia e cuci come punto decorativo vi sia piaciuto. Lasciatemi i vostri commenti!

Tutorial: segnalibro ricamato con nome

Tutorial: segnalibro ricamato con nome

Pensavate che avessi smesso di raccontarvi del mio matrimonio, vero? E invece no! Vi presenterò due progetti molto sfiziosi che ho realizzato per gli ospiti. Il primo è un segnalibro con nome ricamato utilizzato come segnaposto nei tavoli della cena. Gli invitati sono rimasti stupiti da questo cadeaux fatto a mano e personalizzato.

La stampa ed il tessuto

Per realizzare i segnalibri, ho scelto di stampare un tessuto di puro lino di The Color Soup. Della parte grafica si è occupata Silvia di Illumino Home Ideas: ha riportato sui singoli segnalibri gli elementi grafici utilizzati per partecipazioni, menù, tag bomboniere. La stampa digitale di TCS è water free a pigmento. Nel 2022 si sono posti l’obiettivo di fornirci tessuti sempre più sostenibili: non vengono più usati inchiostri reattivi, ma a pigmento, per non generare acque reflue. Altro vantaggio: le pezze di greggio non dovranno essere preparate per ricevere inchiostro e tramite un piccolo forno inglobato alla macchina da stampa il pigmento si fisserà al tessuto. Fantastico, no?

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_the_color_soup

La Singer EM9305

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_singer

Per ricamare a macchina serve una ricamatrice. Quella che ho utilizzato per i segnalibri è la Singer EM9305: con schermo touch a colori da 3.5”Per me, era la prima volta con una ricamatrice. Ricamare è stato semplice ed intuitivo. Il risultato sempre perfetto, una volta fatte le prime prove.

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_macchina_singer

Come filato, ho invece cucito tutto con il classico Cucitutto di Gütermann, mio alleato fedele, anche per il ricamo.

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_cucitutto

Nella ricamatrice abbiamo inizialmente impostato una cornice di guida che poi abbiamo scucito. Dopo i primi tentativi, però, questo contorno non è più stato necessario. Super consigliato per capire se il ricamo che si vuole fare ci starà all’interno dello spazio desiderato.

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_prove_singer

Perché dico abbiamo? Perché Daniela di Cuciricuci mi ha aiutata a realizzarli!

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_cuciricuci

Assemblare i segnalibri

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_lino_the_color_soup

Ricamare non è stata la parte più impegnativa del progetto, anzi. La Singer EM9305 ha praticamente fatto tutto da sola! Dopo aver finito con i ricami, ho ritagliato le strisce una per una utilizzando il cutter. Ogni striscia di tessuto è lunga il doppio del segnalibro in modo da coprire il retro del ricamo.

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_cutter_prym

A questo punto, i segnalibri avevano bisogno di un po’ di coesione. Per cui, ho applicato una colla spray per tessuti di Prym.

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_colla_spray_prym

Ho poi stirato i segnalibri in modo che la colla aderisse.

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_ferro_stiro_prym

Rifinire i segnalibri

Ultimo step! Per rifinire i segnalibri ho utilizzato uno zig zag molto stretto tono su tono rispetto al lino.

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_zig_zag

L’atmosfera era davvero suggestiva ed il segnalibro è stato più che apprezzato!

GCiletta_rocchettiepois_segnalibri_matrimonio_segnaposto_cena

Tutorial: copri ciotola impermeabili con Cricut

Tutorial: copri ciotola impermeabili con Cricut

Nella stanza del cucito è arrivata una nuova alleata: la Cricut Maker 3 !

Come funziona Cricut

Definire Cricut un plotter da taglio è riduttivo. Con questa macchina si può non solo tagliare, ma anche disegnare, scrivere, segnare ed incidere. La userò principalmente per il tessuto, ma si possono lavorare numerosissimi materiali: dalla carta al vinile, alla pelle e persino al legno di balsa. Tutte le macchine Cricut funzionano con Design Space, un software di progettazione gratuito, intuitivo e facile da usare compatibile con Windows, Mac, iOS. Android. Si possono anche caricare i propri disegni.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_vinile

Occorrente:

Sono partita da un progetto semplicissimo: un copri ciotola impermeabile. Eppure ho già testato il taglio di due materiali: tessuto e vinile. Ecco quello che vi servirà per realizzare un copri ciotola:

  • tessuto di cotone 30×30 cm
  • PUL 30×30 cm
  • Vinile Smart Iron On 
  • Sbieco in cotone 85 cm
  • cordino in cotone 115 cm

I tessuti

Per realizzare i due copri ciotola ho utilizzato per l’esterno due nuovissimi tessuti Gütermann in 100% cotone, che fanno parte della nuova collezione Most Beautiful. Per renderli impermeabili, ho poi scelto il PUL anche noto come poliuretano laminato per l’interno: è un tessuto molto  morbido, impermeabile e traspirante. Si utilizza in molti progetti per bambini come i pannolini lavabili, ma può essere utilizzato anche nei bavaglini, grembiuli, fasciatoi, coprimaterasso.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_Gütermann_most_beautiful

Stendi il tessuto sul tappetino

Per tagliare il tessuto con Cricut bisogna utilizzare uno specifico tappetino adesivo che si distingue dagli altri per il suo colore rosa. E’ disponibile in due dimensioni: 30,5 x 30,5 cm o 30,5 x 61 cm. Per aiutarci a stendere bene il tessuto ed evitare pieghe c’è un comodissimo rullo.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_rullo

Cambia la lama e taglia

Dopo aver selezionato su Design Space la forma di un cerchio da 29 cm di diametro, ho selezionato il tipo di tessuto ed inserito la lama rotativa studiata proprio per tagliare i tessuti.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_lama_rotante

Il taglio è veloce, netto e preciso. Il tessuto in eccesso si rimuove facilmente perché i bordi del tappetino non sono adesivi.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_taglio

Per sollevare il tessuto ben aderito al tappetino basta aiutarsi con un raschietto.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_raschietto

Il vinile Smart Iron on

Dopo aver tagliato un secondo cerchio con il PUL, sono passata al vinile. Trattandosi di vinile Smart, è possibile utilizzarlo senza tappetino. Basta selezionare il testo desiderato, la tipologia di materiale e seguire i consigli sulla lama da utilizzare (ed eventualmente sostituirla come nel mio caso).

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_vinile

Via con il secondo taglio!

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_vinile_taglio

Nel caso di vinile Iron on, la scritta sarà stampata al rovescio usando la funzione specchio. Anche qui il taglio è netto e rimuovere il vinile intorno alla scritta sarà un gioco da ragazzi.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_vinile_pellicola

Per i dettagli, ci si aiuta con un pratico uncino.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_vinile_pellicola_uncino

Stira il vinile

Sulla confezione del vinile Iron on sono indicate tutte le istruzioni per l’applicazione sui materiali.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_vinile_pellicola_ferro_stiro_Prym

Una volta rispettati i tempi e le modalità di stiratura, la pellicola protettiva si separerà facilmente dalla scritta ed il vinile rimarrà definitivamente applicato al tessuto. Resisterà a più di 50 lavaggi!

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_vinile_pellicola_ferro_pellicola

Cuci il copri ciotola

E’ tutto pronto per cucire.  Sovrapponi rovescio contro rovescio i due cerchi di PUL e cotone, poi spilla.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_PUL

Fissa con gli spilli lo sbieco tutto intorno.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_sbieco

Cuci tutto intorno e poi fissa lo sbieco anche dall’altro lato con una seconda cucitura dritta.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_singer

Per infilare il cordino all’interno, aiutati con un infila elastico.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut_cordino

I copri ciotola sono pronti! Utilizzali per coprire piatti e ciotole al posto della pellicola. Io li utilizzo anche quando impasto la pizza.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_copri_ciotola_impermeabile_cricut

Tutorial: portacellulare in vera pelle

Tutorial: portacellulare in vera pelle

Tornano i tutorial con la vera pelle di La Garzarara! Vi sono mancati? Oggi cuciamo insieme un accessorio colorato e molto pratico: un portacellulare con taschino davanti perfetto per la carta di credito o qualche spicciolo. Non so voi, ma sempre più spesso per fare delle passeggiate o commissioni veloci ho voglia di uscire di casa leggera e portare con me solo l’essenziale.

Quanta pelle serve?

E’ un progetto super easy per il quale potrete utilizzare scarti di pelle, date le sue dimensioni ridotte. Se questa è la prima volta in cui cucite la pelle, date prima un’occhiata a questo post in cui vengono elencati tutti gli accessori indispensabili. Anche stavolta, potete scaricare gratuitamente il cartamodello e mettervi così subito all’opera! Accertatevi prima che il vostro telefono ci stia dentro, considerando che la sua capienza si ridurrà almeno di 1 cm per via delle cuciture. Io ho un iPhone 12. Oltre agli scarti di vera pelle, vi servirà anche un cordino.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portacellulare_vera_pelle

Assembla il davanti del portacellulare

Per iniziare, posiziona la patta della tasca a filo con la parte superiore del davanti e fai una cucitura dritta lungo la base, affrancando all’inizio ed alla fine della cucitura.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portacellulare_vera_pelle_tasca

Poi posiziona la tasca gialla andando a coprire la cucitura della patta per prendere le misure della posizione del bottone. Sarà più facile applicarlo se la tasca non è ancora cucita al davanti.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portacellulare_vera_pelle_patta_tasca

Applica i bottoni automatici in metallo

Aiutandoti con un punteruolo, definisci la posizione del bottone. Applica i bottoni automatici, seguendo questo tutorial.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portacellulare_vera_pelle_punteruolo

Cuci la tasca

Fai su tre lati una cucitura dritta, ricordandoti di rinforzare la cucitura all’inizio ed alla fine. Usa un filo spesso sopra. Io mi trovo molto bene con il Denim 100.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portacellulare_vera_pelle__singer

Assembla il portacellulare

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portacellulare_vera_pelle_bottoni_automatici

E’ il momento di unire la parte davanti con il dietro, posizionando in mezzo i passanti. Aiutati con delle pinze per tessuto. Gli spilli non vanno bene con la pelle perché bucherebbero il materiale ed i fori non andrebbero più via. Spolier: questa sarà la nostra seconda ed ultima cucitura!

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portacellulare_vera_pelle_pinze

Portacellulare completato! E’ un accessorio che porterò sempre con me e ne ho già in cantiere un secondo in altri colori 🙂

Tutorial: portagioie in vera pelle

Tutorial: portagioie in vera pelle

Sono ricominciati, anche se con molta prudenza, gli spostamenti. Trascorrere anche solo una notte fuori casa ti mette la stessa emozione che un viaggio oltreoceano! Ho pensato di realizzare il tutorial di un portagioie da viaggio perché possiamo, finalmente, tornare ad agghindarci per andare a cena fuori e vorrete mai perdere o rischiare di rovinare i vostri gioielli preferiti in valigia?

Occorrente:

La vera pelle laminata

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle

Continua la mia collaborazione con La Garzarara (si vede che mi sto divertendo?). Per questo progetto, ho usato una pelle laminata dall’effetto super elegante. E’ così raffinata, che con un’avanzo vorrei cucire anche una bustina da portare sempre in borsa.

Taglia i vari pezzi del portagioie

Per cominciare, taglia i vari pezzi del cartamodello che puoi scaricare qui. Cutter e righello sono indispensabili per un risultato professionale.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle_cutter

Per prima cosa cuci rovescio contro rovescio le parti 4 del cartamodello. Creerai due strisce in cui bloccare le collane o i bracciali. Inizialmente, lavoreremo utilizzando solo un pezzo della base (parte 1), quello che andrà all’interno. Appoggia le varie parti del portagioie (2-3-4-5-6) per capire dove posizionare i bottoni a pressione in metallo. Mi raccomando, usa delle pinze per tessuto per non rovinare la pelle con gli spilli. Con il punteruolo, segna i punti e fora sia le strisce di pelle (3-4-6) che la base sottostante.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle_punteruolo

Posiziona la cerniera

Inserisci la cerniera nello spazio dedicato della parte 2, ma ricorda che non va cucita direttamente alla base.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle_cerniera

Per nascondere la parte finale della cerniera, ritaglia due piccoli quadrati di pelle e posizionali ai due estremi.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle_cerniera_finale

Fai sulla tasca una cucitura tutto intorno alla cerniera e poi posizionala sulla base.

Applica i bottoni a pressione

Con la pinza fai dei fori nelle parti segnate con il punteruolo. Aggiungi dei fori anche alla striscia di pelle dedicata agli orecchini. Poi applica i bottoni a pressione in metallo utilizzando la pinza Vario.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle_cerniera_pinza per forare

Fissa con una cucitura la tasca alla base.

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle_cerniera_bottoni

Ultima cucitura del portagioie!

Siamo alla fine del tutorial e tra poco il portagioielli sarà finito! Ti ricordi la parte 1 lasciata da parte? E’ il suo momento. Posizionala rovescio contro rovescio e pinza in mezzo, nel lato della tasca, la striscia di pelle 1×35 cm. Blocca i due strati con le pinze per tessuto e via

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle_pinze

Dopo aver cucito, riempi il nuovo portagioielli con i tuoi bijoux preferiti!

GCiletta_rocchettiepois_tutorial_portagioielli_da_viaggio_pelle_singer

Se ti è piaciuto questo tutorial, puoi trovarne qui molti altri.

Tutorial: portafogli in vera pelle

Tutorial: portafogli in vera pelle

Cucire la vera pelle mi sta appassionando. In breve tempo, si possono realizzare progetti semplici ma di grande effetto come il portafogli che cuciremo oggi insieme. E’ elegante e leggero ma ha molti scomparti. Ha tre vani per le carte, una tasca con bottone automatico per le monete e due comodi spazi per documenti, scontrini e banconote.

Prima di iniziare un progetto con la pelle, ti consiglio di leggere questo post che elenca tutti gli accessori per cucirla in modo agevole. Potrai poi scaricare qui il cartamodello e metterti subito all’opera! Dopo aver stampato tutte le pagine, unite con del nastro adesivo (sul lato più lungo dei pezzi 1 e 3) i pezzi 1 – 2 – 3, seguendo questo ordine. Ritagliate poi tutti i pezzi.

Ricalca il cartamodello sulla pelle

Si parte! Per prima cosa, riporta sulla pelle i vari pezzi del cartamodello. Ho usato il marker di Prym che va via con un po’ di acqua. La pelle che ho scelto per questo progetto è di vitello e l’ho selezionato dallo shop La Garzarara.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_prym_marker

Rotary cutter obbligatorio

Questo portafogli è a taglio vivo, per cui se vuoi dei tagli netti e precisi, ti conviene usare un cutter.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_prym_cutter_ergonomico

Segna le due tacche

Segna due tacche ( a 7 cm dal bordo sinistro ed 8 cm dal bordo destro). Puoi aiutarti con il cartamodello perché le tacche sono posizionate nella giuntura fra i pezzi 1 e 2 / 2 e 3.  GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_righello

Lavoriamo ad un lato

Aiutandoti con delle pinze per tessuto, posiziona la parte 4 con il dritto sul rovescio della parte centrale del portafogli. Il margine interno della parte 4 si sovrappone alla tacca segnata a 7 cm.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_pinze_prym

Rigirando sul lato dritto, fai due cuciture a 6,5 cm dal margine laterale del portafogli: stiamo creando gli spazi per le carte di pagamento! Solo dopo aver cucito, ripiega verso l’interno e tieni in posizione con le pinze per tessuto. Con la pelle, non si possono usare gli spilli perché creerebbero dei buchi che non andrebbero più via, cosa che non succede con i tessuti. Non andremo ancora a cucire i lati, perché bisognerà posizionare prima il bottone automatico.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_carte_di_pagamento

Posiziona sulla tacca ad 8 cm segnata all’inizio, la parte 5, rovescio contro rovescio. Ferma con delle mollette e richiudi il portafogli a metà.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_tasca

Assembliamo la chiusura del portafogli

Per chiudere il portafogli, useremo una striscia di pelle che cuciremo sul lato destro e bloccheremo poi con un bottone automatico in metallo. Posiziona al centro il piccolo rettangolo di pelle e segna dove deve essere cucito.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_chiusura

Cuci un piccolo rettangolo, solo sullo strato di pelle più esterna. Per tutte le cuciture ho usato il Cucitutto di Gütermann. Non vi sembra che il risultato sia super professionale?

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_cucitura

Attaccare il bottone automatico

A questo punto, con l’aiuto di un punteruolo, bisognerà segnare la posizione del bottone sia sulla striscia di chiusura che sull’esterno sinistro del portafogli.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_prym_punteruolo

Dopo di che, puoi procedere ad attaccare il bottone automatico, avendo cura di bloccarlo solo sullo strato di pelle della base del portafogli. Voilà!

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_prym_bottone

Assembliamo il lato destro

Fissa la base della parte 5 al corpo centrale del portafogli con un sottile strato di colla Gütermann. Questo passaggio eviterà che le monetine contenute in questa tasca si disperdano.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_colla

Poi ripiega nuovamente e blocca con le mollette. Dopo aver forato la pelle, applica il bottone automatico.

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_prym_pinza_per_forare

Ultimo step: le cuciture laterali

Mancan 4 cuciture ed il portafogli è pronto. Ricordati di bloccare le cuciture facendo avanti ed indietro all’inizio ed alla fine di ciascuna cucitura.

 

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli_laterali

Cosa ne dite di questo portafogli? Io lo sto usando da un mesetto ed è comodissimo! Leggero, sottile ma con tanti scoparti. Vi aspetto su Instagram per video e dettagli!

GCiletta_rocchettiepois_cappotto_tutorial_portafogli

Questo post è scritto in collaborazione con La Garzarara.