Come funziona il piedino ruffler o pieghettatore

Come funziona il piedino ruffler o pieghettatore

Il piedino ruffler o pieghettatore è, finora, il più grande che io abbia mai usato. Non fatevi, però, spaventare dalle dimensioni. Se imparerai a conoscerlo scommetto che potrà esserti molto utile nel tuoi progetti di cucito! Ideale per tessuti leggeri e di peso medio.

Come si monta

Il montaggio è semplice. Nelle foto che seguono vedrai come si monta sulla Singer C430. Comunque sia, le istruzioni non dovrebbero variare su una qualsiasi altra Singer tranne la serie 1306 e le Promise (1408-1409-1412). Bisogna innanzitutto smontare la parte che sostiene solitamente il piedino standard.

Piedino standard come si smonta

Fissare poi il braccetto del piedino alla vite sulla destra. Questo si muoverà su e giù seguendo il movimento dell’ ago.

Piedino pieghettatore montaggio

Infine, dovrai stringere la vite a sinistra.

Vite per piedino macchina da cucire

Due tipi di regolazione integrate

Sul piedino stesso, avrai la possibilità di regolare sia ogni quanti punti fare una piega che quanto profonda dovrà essere. Userai questa leva per definire se il piedino farà una piega ogni 1, 6, 12 o nessun punto.

Punti piedino ruffler

Ecco cosa succede se regoli il punto a 12, 6 o 1:

Piedino pieghettatore singer

Da questa rondella, invece, definirai la profondità delle pieghe. 

Profonità pieghe piedino ruffler

Se poi modificherai anche la lunghezza standard del punto dalla macchina per cucire, i risultati cambieranno ancora.

A cosa serve il piedino ruffler o pieghettatore?

Con questo piedino puoi fare davvero un sacco di cose. Dire che puoi fare solo delle pieghe è veramente riduttivo!

1- puoi realizzare delle pieghe su un singolo strato di tessuto, a una distanza regolare l’una dall’altra.

Un tessuto con pieghe

2- puoi cucire un tessuto su un altro ed effettuare delle pieghe solo su quello superiore. Quello nella foto è un test, ma se per esempio volesi creare delle pieghe su una manica o sul fondo di una gonna, devi mettere il tessuto che vuoi pieghettare dritto contro dritto con l’altro tessuto. 

Come fare le pieghe con la macchina da cucire

3- puoi cucire dei nastri pieghettandoli su un tessuto.

Cucire i nastri con la macchina da cucire

Come misurare quanto tessuto è necessario?

Semplice, basta fare un test. Soprattutto quando vuoi cucire un tessuto su un altro, taglia due strisce della stessa dimensione. Scegli le impostazioni che preferisci sul piedino e inizia a cucire. Una volta completata la cucitura, il tessuto a pieghe finirà prima di quello sottostante. Misura la differenza e calcola così quanto tessuto superiore ti servirà. Ricorda di ripetere questa operazione per ciascun progetto perché ogni tessuto potrebbe avere un peso diverso e quindi avere un risultato diverso.

Alcuni consigli:

  • quando cuci, non tirare il tessuto altrimenti potresti rischiare di compromettere la piega
  • acquista un piedino originale
  • fai tante prove prima di cucire sul progetto definitivo
  • ogni tanto, olia il meccanismo del piedino utilizzando l’olio per macchina da cucire

Sono certa di aver fatto chiarezza nella tua mente con questo post. Le tue mani adesso sono pronte a cucire tanti nuovi progetti! Io, per esempio, ci ho cucito un orlo originale per i jeans. Trovi qui il tutorial!

Tutorial borsa rotonda fior di latte

Tutorial borsa rotonda fior di latte

Oggi ti voglio parlare di una borsa sfiziosa e originale che potrai creare in mille versioni. Cucirla è più semplice di quanto sembra. Pensa che le parti del cartamodello sono solo 2! È una borsa rotonda con i manici in cordino. Se vuoi renderla più elegante, puoi sostituire il cordino con una catenella in oro o argento. Riceverai il tutorial nella tua email iscrivendoti alla mia newsletter.

Occorrente per cucire la borsa fior di latte

  • tessuto canvas a fiori: 1 2 3 colore! Appena ho visto questo canvas a fiori multicolore ho pensato subito all’estate. È un canvas particolarmente adatto a realizzare degli accessori perché spesso 220 grammi. In 100% cotone, è certificato Oeko Tex Standard 100. Il design è Mondial Tissus, quindi esclusivo! Puoi usarlo anche per accessori per la casa o tende.canvas a fiori
  • tessuto twill di cotone: anche per la parte interna ho scelto un tessuto abbastanza corposo. Stavolta si tratta di un twill in 100% cotone color ecrù da 300 gr. Ci vedrei benissimo anche un bel giubbotto cropped o un paio di pantaloni stile denim.twill di cotone ecrù spesso
  • cordone in lino: un cordone da avere sempre in casa per impreziosire le proprie creazioni. Il diametro da 8 mm è perfetto per gli occhielli Prym che ho utilizzato. Cucirò di sicuro un altro portacellulare in pelle in toni neutri e lo utilizzerò per la tracolla.cordone da 8 mm per borse
  • interfodera termoadesiva Decovil I: io e lei siamo ormai inseparabili. Difficilmente userò qualcosa di diverso per i miei futuri progetti di cucito. Sto preparando un intero articolo per il blog che ne parla, lo leggerai a breve. Nel frattempo, dai un’occhiata a questo mio video.supporto termoadesivo
  • similpelle giallo senape: al giallo non si può dire di no. E infatti, chi sono io per non abbinare il fondo giallo a questa borsa? È un materiale molto pesante che pensate può anche essere usato per rivestire poltrone o divani. finta pelle per borse e divani
  • occhielli Prym: sono stati un bel mistero finché non li ho applicati con la Vario Creative Tool. Adesso, ritengo siano un bel modo creativo per chiudere borse e zaini e, quando posso, li inserisco nei miei progetti.occhielli da 11 mm prym per vario tool

Ti piacciono questi materiali di partenza? Verrà fuori una borsa colorata e versatile. Iscriviti alla newsletter e ricevi in automatico la mail con il tutorial. Se, invece, sei già iscritt* alla newsletter, controlla la posta! Ieri ho inviato la newsletter di giugno e troverai al suo interno anche il tutorial della borsa fior di latte.

Se replicherai il progetto, taggami sui social!

*questo post è scritto in collaborazione con Mondial Tussus
Come accorciare i jeans in modo originale

Come accorciare i jeans in modo originale

Lo ammetto, accorciare i pantaloni è una di quelle attività che ho sempre lasciato a mia nonna Martina. Si, si proprio io che ho perfino cucito il mio abito da sposa! Si sa, ci sono attività di cucito che adoriamo e altre che cerchiamo di rimandare il più possibile. Per accorciare questi jeans avevo bisogno di una spinta originale: basta con il solito orlo! Io adoro il risultato ed ho già ricevuto un sacco di complimenti quando li ho indossati. Vediamo insieme i passaggi per realizzarli.

Scuci il vecchio orlo dei jeans

orlo originale jeans

Per prima cosa, bisognerà scucire l’orlo originale dei jeans. Un’operazione molto semplice se si è armatə di scucirino.

Prendi le misure

Prova i jeans e decidi di quanti cm li vorresti accorciare. Considera che la mia striscia arricciata misura 4,5 cm e sporge dal jeans di 2,5 cm. Dovrai tenerne conto quando prendi le misure. Ho segnato sul pantalone 9 cm.

prendere le misure per accorciare i jeans

Tagliare e riassemblare

Ho poi tagliato con cutter e tappetino.

Ho suddiviso la mia striscia da 9 cm in 2 parti da 4,5 cm, esattamente a metà.

Ho aperto da un lato ciascuna delle due strisce. Quando creeremo l’arricciatura, ci servirà in doppio del tessuto rispetto alla misura della circonferenza dell’orlo originale.

Ho quindi unito le due strisce da un lato, fissandole con delle pinze per tessuto e poi le ho cucite.

Per quanto riguarda la parte tagliata dei jeans, ho aperto di qualche cm i laterali e rifinito con taglia e cuci.

Il piedino arricciatore

È ora di una new entry: il piedino arricciatore. A vederlo, fa paura perché è davvero molto grande. Una volta montato, però, il gioco è fatto! Serve per cucire plissettature e arricciature a distanza perfetta. Si può anche, in un solo passaggio, arricciare una striscia e cucirla su un tessuto sottostante. Ci ho provato, ma il denim è davvero spesso e non ero contenta del risultato soprattutto perché questi jeans hanno una percentuale di elastane.

Per arricciare le mie fasce, ho scelto la modalità 1 ciò vuol dire che il piedino ha creato una pieghetta ogni 1 punti. Si ha la possibilità anche di creare una piega ogni 6 o 12 punti.

Cucire le fasce al jeans

Ecco le mie strisce. Le pieghette sono molto vicine una all’altra proprio perché ho scelto di farle ogni 1 punto.

Penultima cucitura: ho posizionato le fasce all’orlo in taglia e cuci dei jeans e le ho fissate con gli spilli.

Ho cercato di cucire sulla stessa cucitura per evitare che si notasse la doppia cucitura. Poi ho cucito gli spacchetti laterali che avevo lasciato sul jeans, inserendo all’interno le estremità delle strisce.

Che ne pensate del risultato? Consiglio: per evitare che le due fasce si sfilaccino troppo, consiglio di applicare un po’ di colla per sorfilo.

Tutorial clutch su Burda Style

Tutorial clutch su Burda Style

“Oops I did it again!”, sorrido canticchiando questa canzone della mia adolescenza. Nel numero di maggio di Burda Style ancora in edicola o online trovate un mio nuovo tutorial. Si tratta di una clutch perfetta per la primavera/estate!

Il tessuto seersucker

tessuto a righe seersucker

Per cucire questa clutch volevo un tessuto fresco che mi facesse pensare subito all’estate e cosa richiama il mare se non un tessuto a righe bianche e blu? Ancor più se di cotone seersucker! È uno scampolo che custodivo da anni e secondo me è perfetto per questo progetto. Questo per dirvi che si, certe volte ha senso conservare quel pezzetto di stoffa che hai lì in fondo all’armadio per anni, capita che trovino un loro perché anche dopo tanto tempo.

Color block con la pelle fucsia

Striscia di pelle fucsiaSe mi segui da un po’, sai bene che adoro cucire la vera pelle. Puoi trovare qui una guida per cucirla e qui tanti tutorial con questo materiale. Su questa clutch ho voluto creare un dettaglio in color block realizzando la chiusura in vera pelle fucsia.  Ho adorato anche il risultato ottenuto alternando le righe in orizzontale e verticale. Ti piace l’effetto?

Il tutorial della clutch

Tutorial clutch

Se vuoi cucire questo progetto, trovi il tutorial passo passo su Burda Style di maggio. Foto illustrate degli step, elenco dell’occorrente, consigli utili per confezionare una clutch proprio come questa. Qui, invece, trovi un mini video.

5 motivi per amare VARIO Creative® Tool di Prym

5 motivi per amare VARIO Creative® Tool di Prym

Conosci la VARIO Creative® Tool? Si tratta di uno strumento innovativo di Prym che potrebbe darti un’enorme mano con i tuoi progetti di cucito. Se ti capita molto spesso di applicare bottoni automatici in metallo o plastica, rivettare o usi gli occhielli, è l’accessorio che fa per te! Oggi ti do 5 buoni motivi per cui non potrai farne a meno.

1 – VARIO Creative® Tool vs. vari strumenti

bottoni automatici prym

È versatile, perché può forare e applicare bottoni, rivetti, occhielli cambiando soltanto gli adattatori. In pratica, un concentrato di Pinza Vario, pinza per forare e martello. Fantastico no? Puoi quindi fare spazio nel tuo angolo del cucito ed evitare di avere mille strumenti, basta solo lei!

2- non ti stanca mai

presa ergonomica con soft touch

Hai già provato ad applicare decine di bottoni uno dietro l’altro utilizzando una pinza? Il movimento tenderebbe molto presto a stancare la presa della mano. VARIO Creative® Tool ha una presa ergonomica con una superficie in materiale morbido per adattarsi perfettamente alla mano. Il peso viene scaricato sul tavolo e grazie a una rotella si può definire con precisione la trasmissione della potenza. Basta un click e il lavoro è fatto, senza sforzi! L’ho anche fatta usare ai bambini durante qualche workshop e sono riusciti a maneggiarla divertendosi.

3- perfect match fra adattatori e accessori

scatole prym adattatori

Grazie a una legenda a colori, è semplicissimo abbinare gli adattatori agli accessori. Dì addio agli acquisti sbagliati. Gli adattatori non sono inclusi nel set iniziale quindi potrai comprare solo ciò che realmente ti serve.

4- sempre a portata di mano

gancio per tavolo vario creative tool

Grazie al morsetto per il tavolo, non incluso nel kit della VARIO Creative® Tool, puoi tenerla sempre sul piano di lavoro, pronta all’uso. Non occupa molto spazio, quindi può restare sempre lì senza dare particolari problemi.

5- risultato sempre professionale

Con la VARIO Creative® Tool, i tuoi accessori avranno sempre un  aspetto professionale e impeccabile. Sia che tu voglia forare o applicare dei bottoni, rivetti o occhielli, il mio consiglio è di applicare sulla parte interessata un rinforzo termoadesivo. Eviterà che il tessuto si sfilacci o il materiale si danneggi con l’usura.

forare con la vario creative tool

Tu hai già utilizzato questo strumento? Come ti sei trovata?

**Questo post è scritto in collaborazione con Prym**