5 motivi per amare VARIO Creative® Tool di Prym

5 motivi per amare VARIO Creative® Tool di Prym

Conosci la VARIO Creative® Tool? Si tratta di uno strumento innovativo di Prym che potrebbe darti un’enorme mano con i tuoi progetti di cucito. Se ti capita molto spesso di applicare bottoni automatici in metallo o plastica, rivettare o usi gli occhielli, è l’accessorio che fa per te! Oggi ti do 5 buoni motivi per cui non potrai farne a meno.

1 – VARIO Creative® Tool vs. vari strumenti

bottoni automatici prym

È versatile, perché può forare e applicare bottoni, rivetti, occhielli cambiando soltanto gli adattatori. In pratica, un concentrato di Pinza Vario, pinza per forare e martello. Fantastico no? Puoi quindi fare spazio nel tuo angolo del cucito ed evitare di avere mille strumenti, basta solo lei!

2- non ti stanca mai

presa ergonomica con soft touch

Hai già provato ad applicare decine di bottoni uno dietro l’altro utilizzando una pinza? Il movimento tenderebbe molto presto a stancare la presa della mano. VARIO Creative® Tool ha una presa ergonomica con una superficie in materiale morbido per adattarsi perfettamente alla mano. Il peso viene scaricato sul tavolo e grazie a una rotella si può definire con precisione la trasmissione della potenza. Basta un click e il lavoro è fatto, senza sforzi! L’ho anche fatta usare ai bambini durante qualche workshop e sono riusciti a maneggiarla divertendosi.

3- perfect match fra adattatori e accessori

scatole prym adattatori

Grazie a una legenda a colori, è semplicissimo abbinare gli adattatori agli accessori. Dì addio agli acquisti sbagliati. Gli adattatori non sono inclusi nel set iniziale quindi potrai comprare solo ciò che realmente ti serve.

4- sempre a portata di mano

gancio per tavolo vario creative tool

Grazie al morsetto per il tavolo, non incluso nel kit della VARIO Creative® Tool, puoi tenerla sempre sul piano di lavoro, pronta all’uso. Non occupa molto spazio, quindi può restare sempre lì senza dare particolari problemi.

5- risultato sempre professionale

Con la VARIO Creative® Tool, i tuoi accessori avranno sempre un  aspetto professionale e impeccabile. Sia che tu voglia forare o applicare dei bottoni, rivetti o occhielli, il mio consiglio è di applicare sulla parte interessata un rinforzo termoadesivo. Eviterà che il tessuto si sfilacci o il materiale si danneggi con l’usura.

forare con la vario creative tool

Tu hai già utilizzato questo strumento? Come ti sei trovata?

**Questo post è scritto in collaborazione con Prym**
Tutorial portafoglio in pelle Vaniglia

Tutorial portafoglio in pelle Vaniglia

Anche tu odi doverti portare dietro ingombranti e pesanti portafogli? Nel mio cassetto ci sono solo zaini o piccole borse a tracolla. Per questa ragione, negli anni ho dovuto attrezzarmi con portafogli fai-da-te che in realtà non erano veri e propri portafogli. Ho usato piccole bustine, poi ho cucito questo portafoglio in pelle che ho sfruttato un sacco finché una piccola borsa tonda non è diventata la mia borsa preferita. Lì non ci sta e quindi: nuovo portafoglio. E nuovo portafoglio = nuovo tutorial! Spero ti piaccia e ti sia utile.

Il portafoglio in pelle all’interno

Per l’interno del portafoglio, ho inserito in basso una parte dedicata alle carte, io in realtà tengo lì solo i documenti perché quando pago con carta utilizzo lo smartphone o l’Apple Watch (funzione comodissima!).  La tasca in alto è, invece, dedicata alle monete e banconote. Insieme perché non porto quasi mai molti contanti con me. Ti svelo un segreto: in questa tasca tengo anche una mini limetta per unghie in un piccolo astuccio in tessuto. Te la mostrerò sui social in un video!

Come avere il tutorial e il cartamodello?

Ho creato qualcosa di molto speciale, stavolta. Potrai ricevere in automatico il tutorial ed il cartamodello in formato PDF di questo comodo portafoglio in vera pelle iscrivendoti alla mia newsletter. Ti basta compilare il form con la tua email e il tuo nome, controllare la tua email e confermare l’indirizzo email.

Riceverai un documento dettagliato passo passo con le foto, l’elenco dei materiali necessari e alcuni suggerimenti utili.

 

Cucire con i bambini: come iniziare

Cucire con i bambini: come iniziare

Cucire con i bambini è la parte del mio lavoro che amo di più. Ho iniziato ad organizzare workshop per i più piccoli già 5 anni fa, a Torino. Si sa, i più piccoli adorano le attività manuali. Impastare, disegnare, costruire e, perché no, anche cucire! Mi chiedete spesso sui social come si comincia, come permettere ai bimbi di approcciarsi al cucito, senza pericoli. È davvero più facile di quanto ti immagini!

Non è mai troppo presto per cominciare

Trascorrevo ore ad osservare le mie nonne cucire, ed ero molto piccola. È certamente così che ho appreso alcune tecniche, certi modi di fare che immaginiamo “innati” ma derivano, invece dall’osservazione. Se vedi interesse, puoi avvicinare al cucito anche a partire dai 3 o 4 anni. Fatti aiutare e dai loro semplici compiti all’inizio (es. ordinare le spolette per colore, rimettere a posto i tessuti, ecc). Io cucio già a macchina con Matteo (ha quasi 2 anni). Mi da una mano con il pulsante START/STOP della mia macchina da cucire e con quello tagliafilo). Sta imparando anche a usare le forbici dalla punta arrotondata ed è piuttosto abile!

Matteo macchina da cucire

Mai da soli

Lascia che i bambini sperimentino, che facciano errori. Il cucito è un esercizio di pazienza! Accompagnali nell’attività solo se utilizzano strumenti potenzialmente pericolosi come forbici affilate. Si impara in fretta che gli spilli pungono!

Iniziate con pochi strumenti

ago da lana e lana

Non serve molto per cominciare a cucire con i bambini. Alcuni strumenti semplici e facilmente reperibili vi assicureranno un sano divertimento:

  • un ago da lana, che ha la punta arrotondata ed è più grande di un ago da tessuto. Esistono anche in plastica.
  • una spugna che faccia da puntaspilli ed insegni a tenere tutto in ordine
  • dei gomitoli di lana
  • un tessuto a trame larghe con cui fare esercizio (la tela aida, la juta o il lino sono perfetti) o dei fogli di feltro preforati

Esistono anche dei kit con tutto l’occorrente per creare un primo progetto, come questi per esempio.

Scarti di tessuto: assolutamente si

pezzi di tessuto scarti

So che hai i cassetti pieni! Tira fuori gli scarti di tessuto e iniziate a creare insieme. Puoi utilizzarli per creare piccoli progetti insieme: i più gettonati sono gli abiti per i loro giochi preferiti! Assecondali. Sarà meraviglioso sentirgli dire “L’ho fatto io!”. I bambini e le bambine ti sorprendono sempre. Chiedi: “Cosa ti piacerebbe cucire?”. “Cosa vorresti creare con questi tessuti?”. Non dimenticare di mettere in campo anche passamanerie, nastri e bottoni!

Macchina da cucire? Perché no, insieme!

singer elettronica bambini

Durante i miei workshop si cuce a macchina. Si, anche le bambine di 5 anni possono utilizzare una macchina da cucire, ma è bene che questa abbia un paio di caratteristiche per facilitare il loro primo approccio al cucito:

  • tasto START/STOP: deve avere la possibilità di essere utilizzata senza pedale, molte elettroniche lo permettono e questo è sostituito da un tasto che serve per avviare la cucitura e fermarsi. È davvero comodo non solo per chi non arriverebbe al pedale con le gambe utilizzando sedia e tavolo ad altezza standard.
  • regolazione della velocità: per affinare la coordinazione occhi/mani nel cucito ci vorrà un po’. È per questo che è necessario andare lentamente. Tutte le macchine con il tasto start/stop hanno anche la possibilità di regolare la velocità.

Qui trovi l’esempio della mia macchina da cucire, ma puoi trovare tante altre macchine elettroniche sul sito di Singer. Se devi cambiare la tua e hai dei bimbi in casa, valuta se acquistarne già una con queste caratteristiche.

**Questo post è scritto in collaborazione con Singer Italia.**
Tutorial strofinaccio con coniglietti su Burda Style

Tutorial strofinaccio con coniglietti su Burda Style

Novità: rocchettiepois è su Burda style di Aprile! Un tutorial facile, perfetto per la Pasqua, che vi permetterà di decorare la cucina o la sala da pranzo in stile rocchettiepois. Controllare la buca delle lettere in questo periodo del mese è un rituale che da abbonata attendo con trepidazione. L’emozione stavolta era tripla. Oggigiorno non riceviamo più tante lettere (a parte le bollette o le multe ahimè!). Essere abbonata a Burda è una delle poche gioie della mia corrispondenza!

Il progetto dello strofinaccio

Lo strofinaccio pubblicato su Burda Style è composto da soli 2 pezzi più i coniglietti da applicare. I tessuti che ho scelto sono:

  • un canvas riciclato di Katia Fabrics realizzato con bottiglie di plastica  per il 13% e cotone riciclato pre-consumo per l’87%. Un tessuto quindi riciclato al 100%! Ha un aspetto rustico naturale ideale per cucire accessori per la casa, borse, zaini e altri accessori. La tinta è stone.
  • Spring arrival è il nome del tessuto dei volant e non c’è nome più azzeccato! Un popeline di cotone 100% fresco e leggero.

Volant strofinaccio

I coniglietti applicati

Tu che simbolo associ alla Pasqua? Uova o coniglietti, indovinato? Ho scelto i secondi e una sagoma molto semplice per questo progetto. Cucire le applicazioni è stato molto divertente! Ci sono alcune accortezze da tenere in conto. Ho usato come base la teletta termoadesiva double-face di Prym. Quello che ti consiglio, prima di cucire sullo strofinaccio, è fare delle prove con la tua macchina da cucire per capire quale punto usare.

ferro da stiro prym con coniglietti

Per i dettagli, le misure e il le foto step by step acquista la rivista in edicola oppure online.

Ti è piaciuto questo tutorial? Scrivimi nei commenti!

Felpa Fondant di The Yellow Peg con ruche

Felpa Fondant di The Yellow Peg con ruche

Finalmente ho ricominciato a cucire per il mio armadio sostenibile. Era uno dei buoni propositi di questo nuovo 2024 che, non si sa come, mi abbia già catapultata a marzo! Ho scelto un capo versatile e comodo da indossare tutti i giorni. E cosa c’è di più confortevole se non una felpa in jersey?

Il cartamodello Fondant

Cartamodello cardigan e felpa

Per la mia nuova felpa ho scelto il cartamodello Fondant di The Yellow Peg. Consigliato per principianti, ti da la possibilità di scegliere fra 3 versioni da cucire:

  1. cardigan in jersey con manica scesa
  2. cardigan in versione cropped
  3. felpa con bordo nello scollo e polsini

Ho scelto la felpa con scollo bordato e polsini, perché cercavo un modello veloce e le asole, si sa, sono sempre una bella incognita 🙂 All’interno della scatolina, trovi il cartamodello in A0 da ricalcare in base alla tua taglia e le istruzioni stampate. Adoro che nei cartamodelli di Simona ci siano sempre le immagini in ogni step. Comunque faccio anche parte di Cucito Leggero ed ho accesso a tutti i suoi corsi, fra cui “Impara a cucire il jersey” dove un intero modulo è dedicato al taglio e alla confezione del cardigan Fondant.

Il tessuto jersey

Se ho cucito questa felpa con estrema facilità, è sicuramente anche merito di questo jersey. Conosci Lebenskleidung? Io l’ho conosciuto grazie a Simona. È un brand tedesco di tessuti di alta qualità certificati. Quello che ho scelto è un tessuto in felpa 100% cotone biologico GOTS.

jersey per felpa

Preparazione e taglio

Il cartamodello della felpa Fondant è composto da soli 3 pezzi: dietro, davanti e manica. A questi si aggiungono 2 rettangoli che vanno disegnati da te che serviranno per polsini e bordo dello scollo. Dopo il trasloco non avevo ancora recuperato la carta per cartamodelli per cui mi sono arrangiata con carta da recupero. Non poteva questa essere una ragione per rimandare questa sessione di cucito per il mio armadio sostenibile! Pesi per tessuto, cutter e piano di taglio si sono però rivelati indispensabili per un taglio netto e preciso. Qui trovi un post con i 5 strumenti indispensabili per cucire il jersey con la macchina da cucire.

cartamodello polsini per felpa

Il mio hack: le ruches

Ho voluto aggiungere il mio tocco a questa felpa: le ruches! Ecco come le ho realizzate.

ruches sulla manica della felpa

Per prima cosa ho  calcolato la misura del lato lungo appoggiando il lato della spalla della manica su un doppio strato di jersey e segnato la lunghezza.

Come tagliare le ruches

Ho tagliato così una striscia larga 6 cm. Successivamente, lasciando sempre il tessuto in doppio, ho ridotto di 2 cm un lato iniziando a tagliare a partire da 15 cm dalla piega del tessuto.

taglio ruches con righello

Poi, ho imbastito a macchina utilizzando un punto lento a 0,5 cm dal bordo.

Imbastire a macchina da cucire

Ho poi iniziato ad arricciare la striscia posizionandola nella parte alta della manica. Prima, però, ho stirato il nastro stabilizzatore sulla manica, come consigliato nelle istruzioni di Simona.

Stabilizzare una manica in jersey

Adoro il risultato, si capisce dalla mia faccia? Tu hai già cucito una felpa? Come è andata?

Se vuoi sbirciare dentro il mio armadio sostenibile, ti aspetto qui.

Felpa in jersey cartamodello