5 motivi per amare VARIO Creative® Tool di Prym

5 motivi per amare VARIO Creative® Tool di Prym

Conosci la VARIO Creative® Tool? Si tratta di uno strumento innovativo di Prym che potrebbe darti un’enorme mano con i tuoi progetti di cucito. Se ti capita molto spesso di applicare bottoni automatici in metallo o plastica, rivettare o usi gli occhielli, è l’accessorio che fa per te! Oggi ti do 5 buoni motivi per cui non potrai farne a meno.

1 – VARIO Creative® Tool vs. vari strumenti

bottoni automatici prym

È versatile, perché può forare e applicare bottoni, rivetti, occhielli cambiando soltanto gli adattatori. In pratica, un concentrato di Pinza Vario, pinza per forare e martello. Fantastico no? Puoi quindi fare spazio nel tuo angolo del cucito ed evitare di avere mille strumenti, basta solo lei!

2- non ti stanca mai

presa ergonomica con soft touch

Hai già provato ad applicare decine di bottoni uno dietro l’altro utilizzando una pinza? Il movimento tenderebbe molto presto a stancare la presa della mano. VARIO Creative® Tool ha una presa ergonomica con una superficie in materiale morbido per adattarsi perfettamente alla mano. Il peso viene scaricato sul tavolo e grazie a una rotella si può definire con precisione la trasmissione della potenza. Basta un click e il lavoro è fatto, senza sforzi! L’ho anche fatta usare ai bambini durante qualche workshop e sono riusciti a maneggiarla divertendosi.

3- perfect match fra adattatori e accessori

scatole prym adattatori

Grazie a una legenda a colori, è semplicissimo abbinare gli adattatori agli accessori. Dì addio agli acquisti sbagliati. Gli adattatori non sono inclusi nel set iniziale quindi potrai comprare solo ciò che realmente ti serve.

4- sempre a portata di mano

gancio per tavolo vario creative tool

Grazie al morsetto per il tavolo, non incluso nel kit della VARIO Creative® Tool, puoi tenerla sempre sul piano di lavoro, pronta all’uso. Non occupa molto spazio, quindi può restare sempre lì senza dare particolari problemi.

5- risultato sempre professionale

Con la VARIO Creative® Tool, i tuoi accessori avranno sempre un  aspetto professionale e impeccabile. Sia che tu voglia forare o applicare dei bottoni, rivetti o occhielli, il mio consiglio è di applicare sulla parte interessata un rinforzo termoadesivo. Eviterà che il tessuto si sfilacci o il materiale si danneggi con l’usura.

forare con la vario creative tool

Tu hai già utilizzato questo strumento? Come ti sei trovata?

**Questo post è scritto in collaborazione con Prym**
Come cucire il jersey con la macchina da cucire

Come cucire il jersey con la macchina da cucire

Il jersey è uno di quei tessuti apparsi almeno una volta in uno dei nostri incubi. Stavolta il problema è uno solo: è possibile tu non sia ben equipaggiata. Il jersey si può cucire con la taglia e cuci, ma anche a macchina. Si può, con gli accessori giusti. Poche accortezze per avere un buon risultato, anche se sei alle prime armi. Ho già cucito alcuni capi in jersey e li trovo molto confortevoli, anche a distanza di anni. Trovi qui un abito a manica lunga, qui uno a manica corta, qui una felpa, qui dei leggings per bambin* e qui una t-shirt premaman. Ora via a scoprire gli accessori indispensabili per cucire il jersey.

1- ago per jersey

ago prym tessuti elastici

Cambiare l’ago alla macchina da cucire è la prima cosa da fare quando si inizia un nuovo progetto di cucito, soprattutto se si cambia tipologia di tessuto. Gli aghi per jersey hanno una particolare punta arrotondata che permette di scivolare all’interno delle fibre del tessuto evitando  così di spezzarle. Si rischierebbe di avere dei fori che col tempo potrebbero ingrandirsi e vedersi.

2- filo da cucito elasticizzato

Filo elasticizzato Maraflex

Vi avevo già parlato qui del Maraflex. Con questo filato potrete effettuare delle cuciture dritte sul jersey senza paura che poi si spezzino. Il Maraflex dona alle cuciture un’elasticità fino all’80%! Si usa in combinazione anche con la bobina inferiore.

3- pesi per tessuto

pesi per tessuto prym

Altro trucchetto: i pesi per tessuti. Evitano che il tessuto si sposti durante la posa sul tavolo da taglio. Possono essere facilmente rimossi e spostati.

4- cutter per tagliare il jersey

cutter per jersey

Tagliare con le forbici non solo sposterebbe il tessuto ma in più il taglio non sarà mai perfetto. Tagliare con il cutter a rotella, invece, ti sbalordirà per come il taglio sarà netto e preciso! La versione ergonomica è confortevole e ha un’impugnatura che si adatta perfettamente alla mano.

5- piano di taglio

tappeto taglio jersey

Non c’è cutter senza tappetino e non c’è tappetino senza cutter! Quello della foto è della gamma Prym Love ed è il mio preferito perché pieghevole. Aperto misura 45×60 cm e puoi trovarlo qui. Se non hai un tappetino, non provare a usare il cutter su un’altra superficie. La lama si rovinerebbe al primo utilizzo.

E tu hai già provato a cucire il jersey? Come è andata? Hai usato questi accessori salvavita?!

Questo è un post sponsorizzato da Gütermann & Prym Consumer Italia.

Tutorial fermacavi con bottoni automatici in metallo

Tutorial fermacavi con bottoni automatici in metallo

Addio cavi intrecciati! Inauguriamo la rubrica “tutorial 2020” con un progetto perfetto anche per chi non ha mai cucito: fermacavi in tessuto.

Due rettangoli 6×17 cm

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_fermacavi_cotone

Ci serviranno due rettangoli di stoffa di 6×17 cm. Scegli un tessuto fermo, un cotone sarebbe perfetto. Su The Color Soup ho stampato un twill di cotone 290 gr ideale per borse, astucci, biancheria per la casa tipo tovaglie o runner. La grafica con le rondini è di Silvia di Illumino Home Ideas.

Spilla e vai!

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_fermacavi_spilli

Spilla tre lati ed effettua una cucitura dritta. Ricordati di fermare la cucitura all’inizio ed alla fine e di lasciare un lato corto aperto.

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_fermacavi_macchina_da_cucire_singer

Taglia gli angoli del fermacavi

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_fermacavi_forbici

Una volta cucito, taglia tutti e quattro gli angoli. Ti agevolerà nel prossimo step!

Rivoltare non è più un dramma con il kit

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_fermacavi_cotone_kit_rivoltare

Per rivoltare, ho usato il kit Prym della linea Prym Love. Basta inserire la parte di plastica all’interno del tubolare, mentre il bastoncino in legno va in sua corrispondenza ma all’esterno.

Stira e cuci

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_fermacavi_cotone__forma_angoli

Dopo aver rivoltato per bene e tirato fuori gli angoli utilizzando il forma angoli, ribatti tutto intorno. In questo modo, chiuderai il lato che avevamo lasciato aperto in precedenza. Con una matita, fai un segno in corrispondenza del punto in cui vuoi mettere il bottone. Con la pinza per forare, fai un buco.

Come attaccare i bottoni automatici in metallo

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_fermacavi_cotone__pinza_vario

E’ l’ora dei bottoni automatici. Non ci crederete, ma attaccarli è davvero un attimo con la pinza Vario di Prym. Nella confezione di bottoni troverete anche gli adattatori per la pinza e sul retro tutte le istruzioni con tanto di disegno 🙂

Gciletta_rocchettiepois_tutorial_fermacavi_cotone__pinza_vario

I pezzi da assemblare sono 4, tutti diversi. Basta un click ed è fatta! Per progetti di cucito creativo, ho finora utilizzato i bottoni a pressione in plastica, trovate qui un post dedicato al loro assemblaggio. Se li avete in casa, potete usare anche quelli. Per chi non avesse la pinza Vario, potrà semplicemente sostituire i bottoni con del velcro.

La mia borsa ringrazia, con i fermacavi ora è tutto più in ordine!

Come cucire un orlo ai jeans

Come cucire un orlo ai jeans

Accorciare un paio di pantaloni sembra essere una delle cose più banali per chi cuce. Effettivamente, ricordo che uno dei miei primi test con la macchina da cucire lo feci proprio facendo l’orlo ad un paio di jeans. E’ stato un fallimento totale! Ho rotto l’ago, i punti erano tutti arricciati e per ultimo, sono venuti troppo corti, ma ormai era tardi per rimediare perché avevo tagliato tutto il tessuto in eccesso.

1- Prendi le misure

Per prima cosa bisognerà indossare il pantalone ed anche un paio di scarpe in modo da prendere la misura più verosimile. Scegli le scarpe giuste: se si tratta di un tailleur o un pantalone elegante, provalo con le scarpe adatte all’occasione. Basterà fare una svolta verso l’interno, in una delle due gambe, e fissarla con gli spilli.

2- Scucire il vecchio orlo o no?

Rivoltato il pantalone, bisognerà capire se è necessario scucire il vecchio orlo oppure no. Quando devo accorciare un pantalone o un jeans, se il tessuto non è troppo pesante, di solito faccio un orlo doppio: avrò quindi bisogno di almeno 3,5 cm di tessuto per poter effettuare la cucitura finale a 1,5 cm dal bordo del pantalone. Quindi, se ho a disposizione i 3,5 cm prima del vecchio orlo, taglio via l’eccesso, altrimenti mi toccherà scucire l’orlo con lo scucirino per guadagnare il tessuto necessario. Nei jeans che ho utilizzato per realizzare questo tutorial, ho dovuto semplicemente eliminare il vecchio orlo (che fortuna!!!).

3- Segna due righe e taglia il tessuto in eccesso

GCiletta_rocchettiepois_prym_regolo_sarti_orlo_jeans

Dopo aver appoggiato il pantalone su una superficie piana, posiziona uno spillo nel punto in cui dovrà esserci l’orlo finito. Srotola la svolta che hai fatto in precedenza e misura la distanza che va dallo spillo all’attuale orlo del pantalone con il regolo Prym: ha una tacca rossa che può essere spostata con estrema facilità. Segna un paio di tacchette con la matita a gesso e poi disegna una riga. Ripeti l’operazione anche per il retro. A questo punto, disegna una seconda riga a 3,5 cm dalla prima e taglia il tessuto in eccesso.

4- Fai due svolte e stira l’orlo

GCiletta_rocchettiepois_prym_forbici

Per alleggerire la cucitura, rivolta il pantalone e taglia parte della precedenti cuciture laterali. Fai due svolte, la prima di circa 1,5 cm e fissale con gli spilli posizionati con la testa vetro verso l’esterno. Stira l’orlo prima di cucirlo in modo che il tessuto resti più fermo possibile.

GCiletta_rocchettiepois_prym_spilli_orlo_jeans

5- Ago e filo contano

Per far si che la nuova cucitura abbia lo stesso effetto della precedente, con punti ben definiti e spessi, è importante usare ago e filo giusti. Io ho utilizzato il filo Ultra Forte di Gütermann, ideale per cucire a macchina denim e tessuti spessi. Ma come scegliere il colore del filo? In merceria o online si possono trovare dei set con all’interno varie sfumature. Il colore speciale per impunture sui jeans è il nr. 448. Gütermann produce anche un filo Jeans in tre colori differenti che segue le sfumature blu del denim.  Anche l’ago macchina fa la sua parte. Per cucire il jeans ho cambiato l’ago con uno Prym 90 idoneo alla cucitura del jeans. Ultimissima accortezza: avendo utilizzato un filo spesso ed a contrasto con il denim, è molto importante che la cucitura venga dritta. La guida magnetica mi aiuta a non perdere la retta via! Basterà farla aderire alla placca ago della tua macchina da cucire meccanica, alla distanza che ti serve dall’ago, per mantenere la cucitura ad una distanza costante.

GCiletta_rocchettiepois_prym_ago_macchina_orlo_jeans

Primo orlo finito! Riportate la misura sull’altra gamba, appoggiando tutto il pantalone su un tavolo e prestando particolare attenzione alla cucitura del cavallo (io mi aiuto con le pinze per tessuto). A questo punto riparti dal punto 3.

Voi come siete messe? Scommetto che avendo una macchina da cucire, amici e parenti vi chiederanno orli quasi ogni giorno! Che strumenti utilizzate per aiutarvi in questo arduo lavoro?

Tutorial: come realizzare un segnalibro in ecopelle con nappina

Tutorial: come realizzare un segnalibro in ecopelle con nappina

Nappine e pom pom sono ovunque in questa stagione, non facciamoci sfuggire questo trend! In questo post, vi mostro come realizzare un segnalibro in ecopelle con nappina. Un’idea regalo per fine anno scolastico, sia per le maestre che per i bambini, così da invogliarli a leggere durante le vacanze estive. Il segnalibro si compone di:

  • parte in ecopelle, potete utilizzare dei ritagli avanzati
  • nappina, potrete realizzarla della dimensione che preferite, in pochi e semplici passaggi, grazie al kit per nappine Prym

Occorrente per segnalibro:

  • ritagli di ecopelle
  • un rettangolo di cartoncino 5×18 cm
  • colla per tessuti Gütermann HT2
  • pinzette Prym
  • pinza rotante per forare Prym

Step 1

Posizionare a piacimento i ritagli di ecopelle.

GCiletta_rocchettiepois_ecopelle

Step 2

Applicare la colla per tessuti Gütermann HT2 per unire le varie strisce insieme.

GCiletta_rocchettiepois_colla_per_tessuto

Step 3

Una volta che la colla sarà asciutta, disegnare due volte la sagoma del segnalibro (con il rettangolo di cartoncino 5×18 cm). Ritagliare.

GCiletta_rocchettiepois_segnalibro_pelle

Step 4

Sovrapponi rovescio contro rovescio le due sagome e tienile insieme con le mollette Prym.

GCiletta_rocchettiepois_pinze_tessuto

Step 5

Cuci tutto intorno a punto dritto con un margine di 0,5 cm dal bordo. Ferma il punto all’inizio e alla fine della cucitura. Se non avete una macchina da cucire, vi sconsiglio di cucirlo a mano, perché l’ecopelle è un materiale molto rigido. Piuttosto, utilizzate la colla per tessuti Gütermann HT2 e il risultato sarà comunque eccellente!

GCiletta_rocchettiepois_mani

Step 6

Con la pinza rotante per forare Prym, fai un buco nella parte superiore del segnalibro, al centro. Questo sarà il punto in cui aggancerai la nappina.

GCiletta_rocchettiepois_buco_cintura

Occorrente per nappina:

  • scarti di lana di due colori diversi
  • ago da lana
  • forbici
  • kit per nappine Prym

Step 7

Per realizzare la nappina utilizza il fantastico kit per nappine di Prym. Per prima cosa, scegli la dimensione della nappina che vuoi realizzare: 5cm, 7,5 cm o 10 cm. Avvolgi la lana intorno. Il numero di giri dipende dallo spessore della lana che utilizzi.

segnalibro nappina prym step 7

Step 8

Fai passare l’ago e della lana di un altro colore sotto la lana avvolta nel kit.

segnalibro nappina prym step 8

Step 9

Fai un doppio nodo.

segnalibro nappina prym step 9

Step 10

Taglia la lana all’estremità opposta al nodo.

segnalibro nappina prym step

Step 11

Fai passare la nappina da foro designato nel kit e avvolgi intorno della lana facendo un nodo. In questo passaggio, accertati di avere un avanzo di lana di 10 cm da un lato e 25 cm dall’altro.

GCiletta_rocchettiepois_nappina

Step 12

Sempre dallo stesso foro, taglia l’estremità della nappina in modo da avere tutti i fili di lana della stessa lunghezza.

GCiletta_rocchettiepois_nappina_forbici

Step 13

Avvolgi intorno alla parte superiore della nappina l’avanzo di lana e poi, utilizzando l’ago, porta il filo all’interno in modo da bloccarlo.

GCiletta_rocchettiepois_nappina

La tua nappina è completa!

Step 14

Fai passare attorno la lana del gancio superiore della nappina all’interno del buco del segnalibro.

Non dimenticarti di taggarmi nelle tue creazioni e di utilizzare l’hashtag #creaconrocchettiepois !