Piccole Storie: la nuova collezione con Illumino HI

Piccole Storie: la nuova collezione con Illumino HI

Possiamo ormai definirlo: un appuntamento fisso. Dopo un anno dalla collezione Små Ting, io e Silvia siamo qui a presentarvi il frutto della nostra seconda collaborazione! Stavolta, però, al centro non ci sarà la tua casa, ma i più piccini! Una capsule collection colorata e fantasiosa, che guarda all’autunno ancora in arrivo.

Piccole storie: cani e pinguini protagonisti!

Il nome della nuova collezione è Piccole Storie. Silvia ha moltissima fantasia ed ha scritto due racconti: uno su Frida, la cagnolina birbante ed uno su Pino il Pinguino. Ciascun ordine verrà accompagnato da uno dei due racconti, a seconda della grafica scelta. E nel caso in cui acquistiate due pezzi, li riceverete entrambi!

GCiletta_rocchettiepois_racconti_piccole_storie

Cuciture e packaging

Ci siamo impegnate ad utilizzare prodotti di qualità e, quando possibile, riciclare:

  • cuciture: il filo utilizzato è il Cucitutto rPET di cui vi ho già parlato qui. E’ un filato in poliestere realizzato al 100% con bottiglie di plastica riciclate
  • packaging: per confezionare i prodotti, utilizzeremo della carta pacco riciclata cucita ai margini con un bel punto zig zag!

Quattro prodotti e due grafiche differenti

Sono quattro i prodotti che ho ideato con Silvia. Lei ha disegnato le due grafiche ed io mi sono occupata della progettazione dei modelli e della successiva produzione. I bavaglini, le copertine ed i cuscini sono disponibili in entrambe le fantasie. Quale è la tua preferita?

GCiletta_rocchettiepois_bavaglino_pinguini_piccole_storie

  • bavaglino bandana e bavaglino tondo: il primo, ideale per bimbi molto piccoli e fino ai 9 mesi. Il bavaglino tondo, invece, può essere indossato fino a 24 mesi. La parte a fantasia, è relizzata in cotone biologico GOTS, coltivato con metodi e prodotti che hanno un basso impatto sull’ambiente. Per la sua produzione, vengono utilizzati sistemi di produzione biologica per fertilizzare il terreno, eliminando l’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici, tossici e persistenti nel cotone stesso e nell’ambiente. Il retro è in spugna di cotone certificato OEKO-TEX® Standard 100.

GCiletta_rocchettiepois_bavaglino_cani_piccole_storie

  • copertina in pile: stampata in morbido pile, è multiuso e poco ingombrante per portarla sempre con te. Può anche essere utilizzata come tappetino gioco al parco.

GCiletta_rocchettiepois_copertina_pile_pinguini_piccole_storie

  • federa per cuscino con tasca: pronti per la favola della buona notte? Il cuscino con tasca custodirà i libri preferiti del tuo bimbo.

GCiletta_rocchettiepois_cuscino_piccole_storie

Trovi tutti i prodotti nello shop online di Silvia a questo link. Potrai acquistarli singolarmente oppure comprarli tutti, ricevendo uno sconto speciale!

Birthday wishlist

Birthday wishlist

Tra poco meno di una settimana sarà il mio compleanno. Quest’anno è davvero un bel traguardo! Sono 30, anche se in realtà sto organizzando un party per una 15enne. Non poteva mancare la mia wishlist con 5 regali che vorrei, proposti da 5 artigiane/professioniste italiane.

Tanti auguri a me

  1. Consulenza BOTTEGA BOTANICA, PORTO LE PIANTE A CASA TUA, Valeria è la mia guru. Il suo motto è “il pollice nero non esiste”. Io, inizio quasi a crederci! In ufficio, da un anno, sono ancora sopravvissute 5 piante sotto le mie grinfie. Il mio prossimo obiettivo è riuscire a prendermene cura anche a casa. Con questa consulenza, pensata per chi vive a Torino e cintura, Valeria porterà 10 piante di diversa misura direttamente a casa tua, con indicazioni semplici e chiare (scritte nero su bianco su una scheda) su come prendertene cura. 350,00 €
  2. Zaino FLAVIO, FILUFILU, in morbida pelle bovina color aragosta è perfetto sia per l’estate che per l’inverno. Ha una tasca esterna con zip coperta dalla patta con chiusura a calamita. Lo zaino è molto ampio, 28x38x9 cm, e può contenere anche un PC da 13″. 198,00 €
  3.  Collana di latta, FIOR DI LATTA, avete presente le bellissime scatole di latta vintage? Elisa le trasforma in gioielli. Sono tutti pezzi unici, disegnati ed intagliati a mano. Sono poi perfettamente levigati in ogni parte. Ogni ciondolo è composto da parti di scatole diverse abbinate a perle di vetro decorative. Questa, per esempio, è realizzata con una vecchia scatola di caramelle inglese, degli anni ’70, con coloratissimi fiori rossi e foglioline verdi ed un vecchio barattolino inglese di mostarda in polvere, dal colore giallo intenso.  34,00 €
  4. Cardigan Bubble, GAIA SEGATTINI KNOTWEAR, lo so, è già esaurito. Ma lo era anche trenta secondi dopo il suo lancio! Ecco, diciamo che questo è proprio uno di quei desideri irrealizzabili 🙂 Adoro i pois, la linea morbida, il giallo. Tutto! 143,00 €
  5. Piattino dessert, GIOVELAB, realizzati in colori pastello. Un invito alla lentezza ed a godersi un bel pezzo di torta (di compleanno), ovviamente. 25,00 €
Il Torino Craft Collective è pura magia

Il Torino Craft Collective è pura magia

Dove c’è creatività c’è magia. E’ per questo che una (o due) volte al mese non posso farmi mancare una dose di creatività condivisa! Spesso, sui social vi mostro scene di incontri creativi e workshop. Oggi vi racconto un po’ del Torino Craft Collective

Chi siamo?

L’handmade non è solo un hobby, ma un modo per utilizzare le nostre abilità per accrescere noi stessi e gli altri. Il Torino Craft Collective nasce per riunire tutte le appassionate creative di Torino e dintorni ed alimentare così le connessioni che la creatività sprigiona. Solitamente, ci incontriamo il secondo lunedì di ogni mese in una location accogliente e amica: Portmanteau.

Da Portmanteau ci sentiamo a casa

Nicoletta, una padrona di casa fantastica, ospita nella sala comune della sua guest house non solo gli incontri del TCC, ma anche altri cari amici. Leggi qui da chi è composta la nostra grande famiglia. L’area comune nasce per accogliere e ascoltare le idee di tutti. Nicoletta scrive sul suo sito: “Portmanteau significa attaccapanni, ma indica anche uno storico modello di borsa da viaggio. La sua personalità si costruisce grazie alla presenza di chi vi appende il cappotto per una sosta e di chi ha voglia di mostrare agli altri cosa c’è nel proprio bagaglio.” Per gli incontri del Torino Craft Collective non potevamo trovare luogo migliore nel cuore di Torino.

GCiletta_rocchettiepois_torino

Cosa facciamo?

Gli appuntamenti mensili hanno un che di magico. Non solo ci si scambia competenze, ogni volta sempre diverse, organizzando dei workshop proposti ogni volta da una crafter diversa e utilizzando le tecniche più diverse; ma nascono amicizie, raccontiamo delle nostre vite, ci consigliamo l’un l’altra e, soprattutto, ci divertiamo! Tutte cose che solo lo stare insieme condividendo la passione per l’handmade e uno spazio meraviglioso possono far si che accadano! I workshop mensili da Portmanteau sono gratuiti. Durante i mesi scorsi abbiamo, per esempio, disegnato elementi naturali con Lisa di Piccolecose Handmade,  realizzato dei ciondoli con la tecnica del Polyshrink grazie a Simona, creato con Marianna un divertente sottopentola spaghetti con la tessitura circolare, stirato i sacchi dell’immondizia con Gabriella per realizzare dei portamonete, cucito con Greta di Contiamoci dei dischetti struccanti ecosostenibili e riutilizzabili, imparato a usare gli acquerelli con Cinzia di Polkadots Empire!

A contatto con gli artigiani locali

Quest’anno, oltre all’appuntamento fisso da Portmanteau, abbiamo anche organizzato delle visite presso laboratori artigiani della città, o workshop con professionisti dell’handmade locali. L’ultimo workshop si è tenuto presso la Casa del Quartiere a San Salvario, dove con Valeria di Bottega Botanica ci siamo cimentate nella realizzazione dei Kokedama. Ma siamo anche passate da Bottega Fagnola, The Color Soup (leggi qui il racconto della nostra visita), Lillab ceramiche, Illumino home ideas, Cartapazza. Far nascere delle connessioni con ogni forma di creatività della nostra città per noi è molto importante. I social ci hanno ormai completamente assorbiti, ma incontrare un artigiano, poter osservare dal vivo come lavora toccando gli stessi materiali che adopera e creando insieme, è un’emozione unica. Su Instagram, seguite l’hashtag #TCCintour per seguire le nostre visite fuori porta, anzi fuori Portmanteau!

Ci rivediamo a Settembre, ma sentiamoci

Ormai è tempo di ferie, anche per il Torino Craft Collective, ma torneremo a Settembre rigenerate e cariche di nuove idee! Se sei di Torino e sei una crafter, iscriviti al gruppo su Facebook ed entra a far parte del collettivo. Se sei un artigiano e organizzi visite e workshop nel tuo lab, contattaci! Non vediamo l’ora di venire a trovarti!

Vorrei concludere solo dicendo che da quando ho scoperto il TCC la mia vita è cambiata, sono arrivate tante cose belle, come l’amicizia e la consapevolezza del potere di un gruppo che condivide una passione.

La mia collezione di collane handmade – parte 1

La mia collezione di collane handmade – parte 1

Scrivo questa serie di post sulle mie collane handmade per parlarvi di alcuni brand che dovete assolutamente seguire e di cui di certo vi innamorerete (se non li conoscete già). Non indosso mai bracciali o orecchini (anzi temo che a breve mi si chiuderanno i buchi alle orecchie), gli unici accessori che adoro sfoggiare sono le collane, ma non sono mai collane qualsiasi acquistate nelle grandi catene. Sono tutte fatte a mano!

E’ tutta colpa di Instagram

Mi sono iscritta su Instagram quasi 3 anni fa, poco prima di aprire lo shop online su Etsy. Da quell’istante,mi si è praticamente aperto un mondo! Mi meraviglio sempre di come questo social sia fonte di connessioni fra piccoli artigiani come me. Grazie a Instagram sono entrata a far parte di una rete molto florida di creative, molte delle quali sono delle professioniste del settore. E’ chiaro che se ti innamori di un brand, prima o poi vorrai anche far parte di esso in un certo senso, sostenendolo con il tuo acquisto. E’ questo che per me rappresentano le mie collane handmade. Un gioiello “mio” ma che è anche “vostro”. Sono fiera di portare con me un pezzettino del vostro lavoro pieno di cura, amore, sacrifici e dedizione.

Nuvolina

Iniziamo la carrellata di collane del mese di gennaio con la collana Nuvolina creata da Raffaella di Mumi Design. Ha dei pendenti a goccia, è realizzata in ceramica bianca e smaltata in azzurro cielo e cristallina trasparente. L’ho acquistata per farmi tornare il sorriso nei giorni grigi di Torino. La trovate in vendita a questo link.

La pala

Con la seconda collana ho un legame sentimentale perché è un riferimento alla mia terra. Inizialmente, non tutti capiscono cosa sia… ma è una pala di fico d’India, è ovvio! Questa collana trasmette tutto il calore della mia Sicilia. Carla di Craftpatisserie ha un blog di DIY dove potete trovare tanti tutorial pensati per tutte le stagioni.

Un cuore a pois…come il mio!

Come avrete capito, ho un debole per le collane di ceramica. Ne ho ben due di Pauta Pot  e il cuore in foto è una di queste. L’acquistai durante il mio primo San Salvario Emporium , un mercato di artigianato e design che si svolge a Torino. Io e Simona eravamo vicine di banco ed è stato subito amore! Ho scelto un cuore a pois per ricordarmi di quella splendida giornata, del mio cuore emozionato per il primo evento pubblico.

Una Cincetta morbidosa

Con Letizia ho fatto uno swap, adoro scambiare creazioni, conoscere nuove creative e ricevere pacchetti. Ho scelto la Cincetta rosa antico perché mi ha subito trasmesso un senso di leggerezza. Potete seguire i suoi aggiornamenti qui sulla sua pagina Facebook.

Per oggi è tutto!
E voi? Avete un accessorio senza il quale non riuscite ad uscire di casa?
Per me avete invece qualche consiglio da darmi su creative che realizzano collane?

Ah…sappiate che i post sulle collane non avranno mai fine su questo blog! 🙂

Per un 2018 pieno di creatività e di cucito

Per un 2018 pieno di creatività e di cucito

Finalmente in Sicilia!

Le vacanze di Natale sono sempre state per me un momento di profonda riflessione. Torno sempre in Sicilia per qualche giorno, staccando la spina dalla quotidianità. Si tirano le somme dell’anno ormai quasi trascorso e si fanno progetti per i 12 mesi alle porte, mangiando pandoro e schiacciate H24.

Il mio 2017 e i corsi di cucito creativo

Per rocchettiepois il 2017 è stato un anno decisivo, pieno di nuove esperienze (alcune incredibili!) e tante gioie.
Pian piano sto comprendendo quale sia la mia strada.
In questo percorso personale e professionale è stato certamente decisivo l’ incontro con Daniela, che ha un bellissimo negozio (Cuciricuci) a Torino pieno di accessori e macchine da cucire, uno di quei posti in cui perdi la cognizione del tempo, tra un corso di cucito o di maglieria e una tisana calda. È stata lei, la scorsa primavera, a invitarmi a tenere qualche corso. Vi confesso che ero molto titubante e ci ho riflettuto per qualche giorno, non credevo di esserne all’altezza. Dopo il primo appuntamento, però, non vedevo l’ora che arrivasse il prossimo!

Dei corsi di cucito adoro ogni step, dalla pianificazione dei progetti alla preparazione dei kit e dei cartamodelli, a cui dedico molta cura fino al momento del corso, quando felicità e divertimento prendono il sopravvento. (Ho fatto anche la rima!)

I corsi di cucito hanno allargato i miei orizzonti: posso trasmettere la passione e l’amore per quello che per me all’inizio era un hobby, non più soltanto attraverso le creazioni che vendo sullo shop, ma anche, e soprattutto, mostrandovi quello che finora ho imparato su questa forma d’arte meravigliosa.

I buoni propositi per il 2018

Adesso vengo al punto, alla ragione di questo post che scrivo principalmente per illustrarvi alcuni dei miei obiettivi per l’anno nuovo. Qualche giorno fa ho letto l’ultimo post di Francesca Baldassarri, la quale ci propone un bel gioco: #20cosebelle. Leggete qui per scoprire di cosa si tratta. È un ottimo modo per ripercorrere il vostro 2017 e riflettere su ciò che vi aspetta.

Voglio condividere con voi alcune delle dieci cose belle che vorrei accadessero nel mio 2018!

– Far crescere questo nuovo blog: rocchettiepois si evolve! I corsi di cucito sono degli eventi offline dove l’incontro fra le persone e lo scambio di conoscenze fanno da protagonisti. Vorrei ricreare qualcosa di simile anche online su questo sito e costruire un blog che parli di cucito, partendo dalle basi, illustrandovi uno ad uno gli accessori che non possono mancare nella vostra sewing room. Ci sarà un appuntamento mensile con la rubrica “Il cucito e i suoi accessori”!

– Trovare il tempo per cucire dei capi di abbigliamento da aggiungere al mio armadio, partendo ovviamente da modelli super basic, e far parte del movimento #fashionrevolution per una moda più consapevole. Vi terrò aggiornate sui work in progress.

– Continuare a tenere dei corsi da Cuciricuci.

– Passare a una macchina da cucire elettronica.

– Lanciare due nuovi articoli nello shop.

Forse per alcune di voi questi sono obiettivi facilmente raggiungibili, ma per me la situazione è un po’ più complicata, lavorando full time e volendo anche dedicare la maggior parte del tempo libero alla mia famiglia. Non dimentichiamoci, però, che rocchettiepois è nato quasi per gioco, una sfida che ha dimostrato a me stessa che è possibile alimentare questa mia grande passione senza trascurare i miei cari né il lavoro.

Con quest’ultimo pensiero vi saluto e vi auguro un 2018 pieno di… creatività e cucito!

Ci rivediamo a gennaio con il primo post della rubrica “Il cucito e i suoi accessori”!